Crea sito

C.T.A. Pesca il paradiso per gli amanti del pesce crudo

Oggi sono qui a raccontarvi un’esperienza che ogni amante del pesce crudo dovrebbe vivere almeno una volta nella vita. Questa estate, durante il mio soggiorno in quel di Mazara del Vallo ho voluto ascoltare il consiglio di una persona del posto su un locale dove è possibile degustare dell’ottimo crudo di pesce: la C.T.A. Pesca Ostricheria Molluscheria Crostaceria.

cta pesca mazara un rafano sul divano

Cominciamo subito con il dire che non si tratta di un ristorante, la C.T.A. Pesca è un’azienda che si occupa di selezionare i migliori prodotti ittici sul mercato nazionale ed internazionale e distribuirli nei ristoranti, nelle catene GDO, nelle pescherie del Nord, del Centro e del Sud Italia. Dal dicembre 2012 l’azienda ha integrato alla sua attività un Centro di Spedizione Molluschi (C.S.M.) dove sono sempre disponibili le migliori qualità di ostriche francesi, cozze, vongole, fasolari, lupini, cannolicchi, tartufi, ricci, patelle e tantissime altre varietà di mitili nostrani e francesi, il tutto vivo e in acqua di mare, costantemente selezionato e monitorato dal punto di vista sanitario sia dai loro addetti che dalle Autorità preposte. A tutto ciò si aggiunge anche il punto vendita al dettaglio attraverso il quale viene offerta la possibilità di degustare i loro prodotti.

All’arrivo siamo accolti dal titolare che, mettendoci subito a nostro agio, ci tiene a precisare che non siamo in una struttura ricettiva e quindi è si possibile degustare i prodotti disponibili ma che a causa delle regole italiane non è possibile nessun tipo di cottura, devono essere inoltre utilizzate stoviglie e suppellettili “usa e getta” e non è possibile servire pane fresco ma solo grissini confezionati, della serie “patti chiari e amicizia lunga”. Trovo che le regole italiane siano alquanto contorte e non capisco perché chi fa dell’eccellenza la propria missione non può accompagnare un carpaccio di pesce con dell’ottimo pane siciliano, bha!

la selezione

la selezione

Comunque terminata l’introduzione di rito, mi avvicino alle vasche dei molluschi, dove fanno bella sfoggia diverse qualità (almeno 15) di ostriche e molluschi locali inoltre, due grossi acquari accolgono astici ed aragoste vive. La scelta non è per nulla facile anche perché non sono un esperto di ostriche, quindi mi avvalgo dell’aiuto del esperto, è così che allora Luca comincia a descriverci le principali differenze tra le varie tipologie di ostriche fino ad arrivare a consigliarci quale degustare, non ci propone quelle più costose (e questo è un punto a suo favore) ma cerca di indirizzarci verso un prodotto che anche noi “profani” possiamo apprezzare. La scelta alla fine ricade su ostriche Gillardeau e Fines de Claires (ed una terza di cui ahimè non ricordo il nome ma il fantastico sapore si  😉 ) per poi passare a tartufi e fasolari. Non finisce qui, ordiniamo anche gamberi rossi di Mazara del Vallo, scampi, tartare di tonno, carpaccio di pesce spada e alici marinate.

Il locale permette anche di scegliere il vino da abbinare alla degustazione, ovviamente non si tratta di una vera e propria carta dei vini ma la scelta non è male, una quindicina di etichette del territorio (altro punto a favore!) tra le quali scegliere. Ci sono bianchi, rosati e bollicine, per chi vuole osare di più anche qualche rosso. La nostra scelta cade sul PALMARÈS un vino spumante brut della Tenuta Gorghi Tondi. Un vino dei vigneti dell’Agro di Mazara del Vallo, fatto con uve 100% Grillo con metodo Charmat. Un perlage persistente, un bouquet raffinato ed equilibrato al gusto secco, sapido e invitante che lascia al palato un retrogusto di mandorla con sentori di albicocca e pera. Il compagno ideale per la nostra degustazione di crudi.

Palmarès - Tenuta Gorghi Tondi

Palmarès – Tenuta Gorghi Tondi

Arriva il plateau di ostriche e molluschi e inizia la danza! Diciamo subito che non sono un esperto di ostriche ma non era nemmeno la prima volta che le mangiavo, queste però hanno un qualcosa in più rispetto a quelle mangiate in precedenza, infatti, il sapore e la sapidità dell’acqua di mare è leggera ed equilibrata e non copre assolutissimamente il gusto dell’ostrica, della quale quindi si riesce ad assaporare e apprezzare il vero sapore. Mai avevo mangiato prima d’ora ostriche così buone!

plateau

plateau

Fasolari e tartufi non sono da meno. I gamberi rossi di Mazara una sicurezza, saporiti e gustosi, gli scampi idem, carnosi e saporiti. Le alici marinate hanno un equilibrio perfetto grazie ad una marinatura impeccabile così come il carpaccio di pesce spada. Per concludere, la tartare di tonno, uno di quei piatti che mangerei ad oltranza e questa si è guadagnata l’immancabile bis.

ostriche

ostriche

fasolari

fasolari

scampi

scampi

gamberi rossi di Mazara

gamberi rossi di Mazara

carpacio di pesce spada

carpaccio di pesce spada

alici marinate

alici marinate

Ad accompagnare i crudi l’ottimo olio dell’Azienda Agricola Conte di Castelvetrano (Tp), si tratta di una piccola realtà, produce in modo artigianale e in piccole quantità questo olio extravergine di oliva monocultivar Nocellara del Belice, di alta qualità da uliveti situati nella Valle del Belice. Un olio profumato, delicato e per nulla “invadente” il compagno ideale per questi crudi.

Conto più che onesto, abbiamo mangiato, bevuto e abbiamo lasciato il locale sazi pagando meno di 20€ a persona per un apericena indimenticabile!

 

C.T.A. Pesca s.a.s. di Gaspare Tumbiolo & C

SS 115 Km 53.00 (Uscita A29 Mazara – Palermo)
91026 Mazara del Vallo (Tp) | Sicily – Italy

T: +39 0923 934151

http://www.ctapesca.it/

 

Tags:, , ,

Nessun commento.

Lascia un commento

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: