Crea sito

SWISS CHEESE PARADE: ‘o cuopp svizzero

Eccoci alla seconda ricetta per il contest Swiss Cheese Parade, mentre nella precedente ricetta ho utilizzato lo Sbrinz ma per non far torto a nessuno ho pensato fosse giusto dare l’opportunità anche al secondo formaggio inviatomi da Formaggi Svizzeri ovvero Le Gruyère. Trattasi di un formaggio a pasta semi dura, sobrio e corposo prodotto nell’ominima regione. Viene prodotto con latte crudo di vacche nutrite esclusivamente con erba e fieno naturale e senza aggiunta di conservanti (erba in estate, fieno in inverno). Viene assolutamente vietato l’uso di additivi sia per la fabbricazione che per la stagionatura. Le forme sono rotonde del peso di circa 25-40 kg con crosta ammuffita e di color bruno. La stagionatura minima per ottenere un Gruyère DOP Classico è di 5 mesi mentre ce ne vogliono ben 10 per fregiarsi del “titolo” Resèrve. E’ un formaggio dal profumo “deciso” dal gusto intenso e variabile che varia tra il dolce e il piccante a seconda della stagionatura.

Ciascuna forma di Gruyère Dop è rigorosamente rintracciabile ed identificata da un numero di produzione e da un numero del caseificio. Sulla forma sono indicati anche il giorno e il mese di fabbricazione.
I marchi neri applicati sulle forme sono realizzati con la caseina, (proteina del formaggio) evitando anche in questo caso la presenza di corpi estranei non naturali. Su ciascuna forma di Gruyère DOP vengono sempre riportati la dicitura Gruyère DOP e il numero dello stabilimento di fabbricazione, per evitare i problemi di falsificazione e garantire l’autenticità del prodotto in ogni singolo pezzo. Il supporto del pre-imballaggio è blu per la scritta Le Gruyère, con il logo AOC rosso e nero. Il Gruyère DOP è commercializzato in forme intere con un’etichetta circolare applicata sopra la forma.

Per la mia ricetta ho voluto abbinare questo formaggio ad un prodotto tipicamente mediterraneo: le alici, per dare vita ad una rivisitazione del famosissimo “cuopp” tipico della regione campana.

Ingredienti:

  • alici freschissime
  • Gruyère
  • farina
  • olio di semi di arachide

Procedimento:

Pulire le alici ed aprirle a libretto, mettere una fettina di Gruyère tra due alici e passarle nella farina.Immagine 481Friggere in abbondante olio di semi di arachide. Salare e servite in cartoccio.

Immagine 483

Tags:, , , , , ,

Nessun commento.

Lascia un commento

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: